Ottimizzazione SEO degli elementi di una pagina

Strategie SEO per ottimizzare gli elementi di una pagina Web

Ottimizzare gli elementi contenuti in una pagine web (Testo ed immagini, tag (sia HTML che meta tag), Link, Keyword, Popolarità …), è un altro aspetto della strategia SEO da considerare prima di realizzare un sito internet. L’ ottimizzazione SEO di questi elementi è necessaria: per permettere ai crawler o spider dei motroi di ricerca di indicizzare le pagine web rispettando determinati fattori di ranking. Fattori di ranking utilizzati dagli algorimti per creare le SERP (Search Engine Page Result), cioè la classificazione dei risultati di una ricerca.

Ogni motore di ricerca attribuisce un’ importanza diversa agli elementi della pagina web.

Ad esempio Google, un motore di ricerca che attribuisce importanza alle parole chiave nel testo, utilizza come fattori di ranking anche la popolarità del sito, i tag html, i meta tag, i link … presenti in ogni pagina.

Il posizionamento di un sito web su un motore di ricerca, è determinato anche dal modo in cui gli elementi della tua pagina soddisfano i sui fattori di rankin.

Testo: keyword e keyphrase

Il testo è uno degli elementi più importanti di qualsiasi sito web. Di particolare importanza sono le parole chiave (keyword) o le frasi chiave (kayphrase) all’interno del testo di una pagina: sia riferito alla posizione in cui appaiono. sia riferito alla frequenza con cui appaiono. Il corpo del testo dovrebbe contenere un numero sufficiente di parole chiave per essere ben indicizzato dai crawler, ma non così tante da sembra che la pagina sia stata “imbottita” appositamente e senza un significato logico.

Sono da evitare assolutamente  le keyword nascoste.

Calibrare bene l’uso delle keyword, è il motivo principale per cui il marketing dei contenuti (content marketing) è diventato molto importante in breve tempo.

Le keyword o le keyphrase devono essere efficai. Altrimenti non si otterranno i risultati desiderati.

Le parole chiave (keyword) o le frasi chiave (keyphrase) possono fare la differenza quando un motore di ricerca indicizza il tuo sito web per poi restituirli come risultati delle ricerche. Non solo perchè deve essere contunute nel testo, ma anche e soprattutto perchè devono corrispondere alle keyword o alle keyphrase che gli utenti utilizzano per fare le ricerche (a prescindere che si tratti di un argomento o di un prodotto descritto sul sito).

Per garantire che le tue parole chiave siano efficaci, bisogna dedicare un po’ di tempo a studiare il comportamento degli utenti e all’ analisi delle keyword ricercate dagli stessi sui motori di ricerca.

Ricordarsi che il linguaggio nel tempo si modifica. Quindi si modificano le parole / frasi chiave che gli utenti utilizzano per fare ricerche online: la keyword / keyphrase che funzionava prima, potrebbe non funzionare dopo.

Quindi bisogna fare dei test e monitorare continuamente i risultati (con appositi software), per capire realmente l’efficacia delle keyword o delle keyphrase scelte per indicizzare il tuo sito nei database dei motori di ricerca.

Tag: Tag Html e Meta Tag

Nell’ ottimizzazione di un sito per i motori di ricerca, due tipi di tag sono importanti sul tuo sito web: meta tag e Tag HTML.

I Meta Tah sono particolari testi che servono per indicare ai crawler o spider dei motori di ricerca, l’ argomento trattato nella pagina. Inizialmente erano tre i meta tag piu’ importanti: tag del titolo (TITLE), il tag delle keyword (keyword) e il tag della descrizione (description).
Con i ltempo il tag dekke keyword ha perso di importanza per i motori di ricerca basati sui crawler. Mantiene comunque la sua importanza quando si effettuano ricerche nelle Web Directory o in siti di e-commerce e similari.
Il tag parola chiave si verifica nel punto in cui inserisci le parole chiave che si applicano al tuo sito web.

Tecnicamente, esistono piu’ di 15 meta tag che dovrebbero essere inseriti in una pagina web per identificarla in maniera univoca (secondo i nuovi criteri di catalogazione).

Ma la nostra trattazione si ferma ai tre tag che vengono presi in considerazione dalla maggior parte dei motori di ricerca. Checchè se ne dica, difficilmente potranno perdere la loro importanza, per come è identificato l’attuale sistema di catalogazione online.
Certo se ci riferiamo esclusivamente al motore di ricerca di Google, le cose cambiano … ma questa è un’ altra storia.

Tag Keyword

Il tag keyword è utilizzato dai crawler per identificare la pagina web all’ interno del database di un motore di ricerca.
il tag Keyword su questa pagina “Strategie SEO per ottimizzare gli elementi di una pagina Web” potrebbe essere il seguente:

<meta name = “keywords” content = “SEO, ottimizzazione pagine web, tag html, meta tag, testo,  link,  popolarità, ”>

Il numero massimo di keyword non dovrebbe superare le 15 unità.

Tag Description

Il tag description fornisce una breve descrizione della pagina web ai crawler che verrà memorizzata nei databse del motore di ricerca.
Il tag Description per questa pagina web “Strategie SEO per ottimizzare gli elementi di una pagina Web” potrebbe essere il seguente:

<meta name = “description” content = “Agenzia.net. Strategie SEO: come ottimizzare gli elementi di una pagina Web (Contenuti, Testo, Tag Html, Meta Tag, Link, Keyword, Popolarità …)”>

La lunghezza massima della description non dovrebbe superare i 150 caratteri.

Il tag Description, viene visualizzato anche nei risultati delle ricerche (SERP). Quindi ha una duplice funzione: oltre a descrivere una pagina per i crawler o spider, offre una descrizione del contenuto della pagina anche agli utenti che effettuano una ricerca. Questa descrizione è uno dei principali motivi per cui un utente decide di  visitare o meno la nostra pagina web.

L’ importanza del tag Description è notevole per indirizzare un utente!!! La SEO è anche questo!!!

Tag Title

Il tag Title deve fornire ai crawler o spider dei motori di ricerca, la sintesi in 55 caratteri del contenuto della pagina.

Essenziale, descrittivo e collegante. Scrivere un Title ottimizzato è un’ arte piu’ che una tecnica SEO.

Un buon tag Title per la pagina “Strategie SEO per ottimizzare gli elementi di una pagina Web” potrebbe essere:

<Title>[Strategie SEO: Ottimizzazione degli Elementi di una Pagina Web …”></ Title>

Anche in questo caso il tag Title viene visualizzato dagli utenti nei risultati di una ricerca. Ha un’ enorme importanza per l’ottimizzazione di una pagina web: non solo in termini di indicizzazione.

Detto ciò, i meta tag appena descritti non sono una condizione sufficiente affinchè una pagina web sia ottimizzata con tecniche SEO.

Infatti non tutti i motori di ricerca prendono in considerazione solo i meta tag.

Per questo motivo, in una pagina web devono essere ottimizzati anche i tag HTML.

Tag HTML

I tag HTML che dovrebbero essere ottimizzati nella tua pagina web devono almeno essere i seguenti: i tag di intestazione (H1, H2, H3, H4, H5, H6), i link, i tag di formattazione del testo.

I tag H1 dovrebbero essere utilizzato come titolo della pagina. I tag H2, H3 … H6 dovrebbero essere utilizzati come titolo dei paragrafi e dei sotto paragrafi della pagina.

In questa maniera si può indicare ai crawler o spider quall’è l’ importanza dei contenuti all’ interno di una pagina. E’ buona prassi, che le keyword o le keyphrase compaiano in questi tag HTML.

Il testo dei link (tag di collegamento) in termini SEO, dovrebbero servire per dare valore aggiunto al contenuto di una pagina.
Nel testo dei link dovrebbero essere presenti parole chiave inerenti il tema trattato nella pagina. Ovviamente la risorsa a cui rimanda il link deve avere anch’ essa un contenuto attinente alla pagina.
Difficilmente i link con un testo non attinente al contenuto trattao (o che rimandano a risorse non attinenti), potranno dare valore aggiunto alla pagina stessa.

I tag di formattazione, sono quei tag che servono ad evidenziare alcune parole del testo.Ingrandire una parola, sottolinearla, colorarla, metterla in corsivo o in grassetto … rappresenta una buona pratica SEO per indicare ai crawler dei motori di ricerca, che all’ interno di un testo deve prendere in considerazione determinate parole per identificare il contenuto della pagina.

I tag di formattazione, se utilizzati male, invece di ottimizzare una pagina web, la penalizzano.

Link

Per dare autorità ad una pagina, i link (interni ed esterni) oltre ad essere correlati ai contenuti di una pagina, devono collegare pagine web attive e che abbiano contenuti di qualità. Altrimenti rischiano di penalizzare il posizionamento di un sito web nelle SERP (risultati di una ricerca) dei motori di ricerca.

I link sono sempre stati un fattore importante nel posizionamento dei siti Web sul Web, ma anche l’ abuso nell’ utilizzo puo’ essere considerato negativamente (Black  Hat SEO) dagli algoritmi di classificazione dei motori di ricerca. Infatti da alcune strategie di black-hat SEO, creavano delle link farm, per migliorare il posizionamento di un sito.

Le link farm altro non sono che siti internet con pagine web senza nessun contenuto di qualità, create con l’unico scopo di “linkare” un sito ed aumentarne il numero di link in ingresso. Questa strategia SEO ha funzionato per poco tempo.
Non ci è voluto molto tempo, prima che gli amministratori dei diversi motori di ricerca la classificassero come Black Hat SEO. Di conseguenza aggiornando i fattori di ranking degli algoritmi, hanno penalizzando nei risultati delle ricerche, chiunque ne facesse uso (anche involontariamente).

Anche i “link a pagamento”, pratica molto comune qualche tempo fa, è stata classificata come Black Hat SEO, con tutte le conseguenze del caso. Da evitare sicuramente l’ abuso.

I link non sono l’unico fattore di ranking, ma si possono tranquillamente inserire tra i piu’ importani.

Realizzare una link-building efficace, è una delle strategie SEO piu’ impegnative in termini di tempo e competenza.

Popolarità

Un’altra fattore di ranking da considerare è la popolarità del sito web.

Molti motori di ricerca includono nei fattori di ranking del proprio algorimto il numero di click che un sito web riceve quando si effettua una ricerca. Maggiori sono le visite ricevute da un sito web, maggiore sarà la sua posizione nei risultati della ricerca (SERP)..

Questo implica, che bisognerebbe iniziare a costruire la popolarità di un sito web ancora prima di realizzarlo: attraverso pubblicità offline e online. Quindi raddoppiare gli sforzi non appena il sito sarà pubblicato online.
Potrebbe sembrare una contraddizione: cercare di dare popolarità ad un sito web tramite i motori di ricerca, anche se per posizionarsi nei primi posti dei motori di ricerca ha bisogno della popolarità.
Non esiste una formula magica che ti aiuti a risolvere l’enigma. E’ richiesta solo una buona strategia SEO fatta di inventiva, creatività e pazienza.

Altri elementi da considerare

Oltre ai quattro elementi principali che dovresti pianificare per includere nel tuo sito, ce ne sono alcuni altri.

Anche i tag alternativi per descrivere le immagini ed i link sono importanti.

Il tag per le immagini si chiama alt=”” e può essere utilizzato per inserire parole chiave (keyword).
Il contenuto del tag alt=””, viene utilizzato per dare una breve descrizione dell’ immagine e viene visualizzato nel caso in cui l’immagine non sia visualizzata (a prescindere dal motivo).

Il tag per i link si chiama title=”” è anch’ esso può essere utilizzato per inserire delle parole chiave.
Il contenuto del tag title=””, viene utilizzato per dare una breve descrizione della pagina linkata ed è visualizzato quando si passa con il cursore del mouse sopra il link.

Per avere una consulenza gratuita su come ottimizzare gli elementi di una pagina web, richiedicela … qui.

7777