Posizionamento Siti Web nei Primi Posti dei Motori di Ricerca di Google, Yahoo!, Bing …

Il posizionamento di siti web nei primi posti delle SERP dei motori di ricerca di Google, Yahoo, Bing …  è uno sei servi offerti della nostra web agency.

Cosa sono le SERP dei Motori di Ricerca?

Una SERP (Search Engine Result Page) o pagina dei risultati dei motori di ricerca, è l’elenco delle pagine web restituite da un motore di ricerca in risposta a una query che l’utente esegue quando cerca una parola chiave o keyword.
I risultati includono normalmente un elenco di pagine web con titoli, un link alla pagina, e una breve descrizione del contenuto della pagina (abstract o sommario).

Le SERP dei principali motori di ricerca come Google, Yahoo! e Bing,  possono includere negli elenchi, diverse tipologie di contenuti: annunci sponsorizzati, testi, immagini, mappe, definizioni, video, prodotti ….

Esisto due tipologie di SERP (Search Engine Result Page):
SERP con i risultati del posizionamento organico;
SERP con i risultati del posizionamento a pagamento: gli annunci sponsorizzati.

Entrambe le tipologie di SERP, eleborano il posizionamento delle pagine web in base ad algoritmi deterministici. La conoscenza di questi algoritmi, può fare la differenza nel successo online.

SERP del posizionamento organico sui Motori di Ricerca

Il posizionamento organico di un sito web sui motori di ricerca, quindi è rappresentato da tutti i risultati non a pagamento che vengono visualizzati, quando si effettua una ricerca.

Ma come fanno i motori di ricerca a determinare gli elenchi delle loro SERP?

Vi siete mai chiesti in base a cosa, Google, organizza le posizioni che le pagine web occupano nelle sue SERP?  Si può intervenire per migliorare la posizione di un sito web? E’ possibile posizionarlo in prima pagina invece che in seconda … centesima? Oppure nei primi posti?

La risposta alle domande su come le SERP (di tutti i motori di ricerca) determinano il posizionamento dei siti web è:

la SEO (Search Engine Optimization).

Anche se per alcune keyword, i risultati possono essere determinati da fattori che non riguardano la SEO (posizione geografica di chi effettua la ricerca, utente loggato, cronologia …), in generale, l’ applicazione di tecniche white hat SEO su di un sito web, ne influenza il posizionamento su tutti motori di ricerca.

Tramite la SEO è possibile influenzare il posizionamento di un sito web nelle SERP dei motori di ricerca.

Questo non vale solo per i motori di ricerca di Google, Yahoo!, Bing, ma anche per tutti gli altri motori di ricerca, come quello di Youtube, Facebook, Amazon, Ebay, Pinterest, OkNotizie, … e qualsiasi motore di ricerca ci sia su si un sito web.

Come la SEO influenza il posizionamento sui motori di rircerca

Tutti i motori di ricerca, elaborare le SERP, utilizzano algoritmi deterministici. Alcuni algoritmi sono semplici, altri molto più complessi, altri utilizzano l’ intelligenza artificiale. Tutti questi algoritmi sono in continua evoluzione.

Infatti, qualche anno fa, per posizionarsi nei primi posti dei principali motori di ricerca, era sufficiente avere un nome a dominio che conteneva le keyword di ricerca.

Successivamente sono stati introdotti altri fattori, come la popolarità di un sito web, misurata in base al numero di link che una pagine riceveva.

Prima, se si cercava una risposta ad un adomanda, come risultato alla query di ricerca, venivano mostrati ai primi posti delle SERP, i siti web che contenevano la risposta più esaustiva. Adesso, il modo di proporre i risultati delle ricerche, è radicalmente cambiato. Ad esempio, se cerchiamo qual’è la velocità del drago di Komodo, notiamo che da Google, ci fornisce direttamente la risposta, ed a seguire, vengono proposti i siti web che al loro interno, contengono l’informazione cercata.

Questo ci fa capire, quanto siano diventati complessi gli algoritmi dei motori di ricerca. Di conseguenza, con l’aumento esponenziale del numero di pagine web, posizionare un sito web nei primi posti dei motori di ricerca, diventa molto difficile.

Adesso, applicare la SEO “fai da te”, non solo non serve a niente, ma può causare una retrocessione della posizione del proprio sito web. A riguardo, è bene chiarire che:

esistono tecniche White Hat SEO e Black Hat SEO.
Le prime aumentano il posizionamento sui motori di ricerca, le seconde lo penalizzano.

Alcunni fattori  White Hat SEO che migliorano, il posizionamento di un sito sui motori d ricerca sono:

  1. Buona qualità dei backlink;
  2. Parola chiave nel titolo della pagina;
  3. Parola chiave nell’anchor text del link;
  4. Contestualità dei backlink;
  5. Livello globale di popolarità del sito;
  6. Backlink da comunità a tema;
  7. Parola chiave utilizzata nel corpo del documento;
  8. Qualità degli outbound links (link in uscita);
  9. Relazione fra i il contenuto della pagina e le parole chiave;

Alcuni fattori Black Hat SEO che penalizzano il posizionamento di un sito web sono:

  1. Utilizzo di tecniche Spamming (Stuffing, testo nascosto, etc.);
  2. Partecipazione a linkfarm;
  3. Contenuti similari o duplicati ad altri già presenti negli indici;
  4. Link in uscita di bassa qualità e/o a siti SPAM;
  5. Titoli di pagina e metatag duplicati per molte pagine del sito.

Perchè è importante posizionarsi nei primi posti sui motori di ricerca

Il motivo più semplice è questo:

Oltre il 90% delle visite di un sito web, provengono dai motori di ricerca.

Esistono miliardi di siti web: siete sicuri che senza un buon posizionamento sui motori di ricerca qualcuno possa trovare i vostri servizi o prodotti?

L’ informazione che non può essere utilizzata, non esiste.

Richiedi qui … una consulenza gratis e senza impegno, sul posizionamento di un sito web sui motori di ricerca.