Il motore di ricerca di Google

Google, è nato come motore di ricerca nel 1998, dalle menti geniali di Larry Page e Sergey Brin, allora studenti universitari di Stanford.

Quando sulla form di Google si digitano keyword per effettuare ricerche rimaniamo impressionati dalla capacita che lo stesso motore ha, di abbinare risultati pertinenti alla ricerca.  Ma come fa il motore di Google?

Google come tutti i motori di ricerca elabora i suoi dati in tre fasi:

Scansione di siti web da parte di Google

Il software automatico (spider) che il motore di ricerca di Google utilizza per reperire le pagine web ed aggiungerle all’ indice si chiama Googlebot.

Google analizza miliardi di pagine con un processo algoritmico valutando quali siano i siti che vanno scansionati, quali sono le pagine del sito da indicizzare e con quale frequenza eseguire la scansione.
E’ possibile anche fornire a Google la mappa del nostro sito con la Sitemap.

Googlebot riesce a scansionare le pagine di un sito tramite la rete di link presenti nel sito.

Indicizzazione di Siti Web su Google

Lo spyder di Google (Googlebot) estrapola in ogni pagina di un sito la/e keyword con cui catalogare le pagine. Questo processo avviene attraverso l’analisi di alcuni tag presenti nella pagina, come, ecc….. Non tutti i contenuti, come ad esempio file multimediali e pagine dinamiche, possono essere indicizzati dallo spyder di Google.

Posizionamento di Siti Web su Google

All’ atto della ricerca, Google ricerca nei suoi indici le pagine associate alla keyword. La rilevanza viene stabilita tenendo in considerazione oltre 200 fattori, uno dei quali è il PageRank di una data pagina. Il PageRank è la misura dell’importanza di una pagina in base ai link in arrivo da altre pagine. I tipi migliori di link sono quelli basati sulla qualità del tuo contenuto.

Affinché il posizionamento del tuo sito tra i risultati della ricerca possa essere ottimale, è importante assicurare che Google possa eseguire la scansione del tuo sito e indicizzarlo in modo corretto. Le nostre istruzioni per i webmaster descrivono alcune prassi ottimali che possono aiutarti ad evitare alcuni degli errori più comuni e migliorare il posizionamento del tuo sito.

Search Engine Optimization (SEO) su Google

Le pratiche che permottono ad un sito web di posizionarsi nei primi posti dei risultati organici delle SERP di Google e degli altri motori di ricerca, vengono definite tecniche White Hat SEO, acronimo di Search Engine Optimization (Ottimizzazione per i Motori di Ricerca).

La SEO, presuppone la conoscenza degli algoritmi che utilizza Google per organizzare i milioni di siti web che indicizza e memorizza nei propri database.

Search Engine Marketing (SEM) su Google

I siti web che Google restituisce quando si inseriscono le keyword nella form di ricerca, non sono solo quelli che il suo crawler indicizza. Tra i risultai, troviamo anche annunci pubblicitari a pagamento, attinenti alla parola chiave che l’utente inserisce. Questi annunci a apgamento sono gli AdWords di Google, e rientano nelle pratiche di Search Engine Marketing (SEM) che Google mette a disposizione dei propri utenti.

Fare Search Engine Marketing su Google con gli AdWords, non vuol dire comprare semplicemente annunci pubblicitari. Anche qui, la concorrenza è agguerrita. Quindi posizionare il proprio annuncio prima della concorrenza non è solo una questione di prezzo.

Anche gli AdWords sono soggetti ad algoritmi ben precisi.

Noi conosciamo questi algoritmi. Richiedi una nostra consulenza gratuita.